Anima sottomessa


“Sono tua” – quella voce così flebile, così apparentemente fragile e piccola.
Nel suo sguardo basso aveva deciso di consegnare sé stessa, il suo corpo e la sua mente nelle mani di chi si sarebbe impegnato a prendersi cura di lei.
Continuò:” Con le tue mani, Dom, educami e proteggimi, perché solo donandomi a te possa realizzare appieno me stessa”.

Quelle parole legarono i suoi pensieri più di qualsiasi altra corda e quegli ordini la strinsero più di qualsiasi altro nodo.

La sua dipendenza, la sua devozione, il suo abbandono in quell’ appartenenza riflessa nei suoi occhi.

—-

Questo post è creato da V. del canale https://t.me/wind86 su Telegram.
E’ tratto da una richiesta: “Scrivi per me un post sull’appartenenza”.
C’è poco altro da dire.

Grazie ♥

Baci Caldi… MrSix ♥

1
Ciao! Hai bisogno di parlare con me? Scrivi pure qui sotto!
Baci Caldi... MrSix ♥
Powered by